Come ripassare bene per ottenere buoni voti

A seconda del carico di lavoro e dell'interesse per la materia, ripasso per un esame può sembrare laborioso o addirittura insormontabile all'inizio.

Esistono tuttavia alcune semplici tecniche che, se combinate con una buona organizzazione, vi aiuteranno a trattenere più informazioni, a concentrarvi meglio, a spendere meno tempo nel ripasso e ad aumentare le possibilità di ottenere buoni voti.

Eccone alcuni che vi invitiamo a scoprire e a mettere in pratica:

1. Favorire piccole sessioni di lavoro

Sapevate che la capacità di trattenere le informazioni diminuisce considerevolmente dopo 25-30 minuti di concentrazione ? Per questo motivo è meglio dividere le sessioni di revisione in diverse sessioni di lavoro più piccole, non più lunghe di 30 minuti ciascuna. Tra una sessione e l'altra, concedetevi una pausa durante la quale fare qualcosa di divertente per distrarvi. In questo modo, tornerete riposati per la sessione di revisione successiva.

2. Scegliere un'area di lavoro separata

Questo è un regola essenziale per una buona revisione Non studiate a letto o davanti alla televisione, scegliere uno spazio calmo e tranquillo che sarà totalmente ed esclusivamente dedicato a questa attività.

3. Imparare a prendere appunti

Prendere appunti rende più facile ricordare le cose. Alcune persone hanno una memoria visiva e ricordano meglio con i colori, mentre altre preferiscono le lezioni scritte sullo schermo del computer. La forma, quindi, è importante quanto il contenuto, purché mantenga l'attenzione. Sta a voi trovare il metodo più adatto a voi.

  Come posso scoprire da dove proviene una perdita d'acqua?
Laptop che studia il concetto di Campus di ricerca
ricerca sull'uso del computer per le lezioni

4. Dividete ciò che dovete imparare in due categorie: fatti e concetti.

Da un lato, i fatti, che sono concetti concreti e invariabilie è necessario conoscerlo a fondo. L'obiettivo è quello di trovare modi per mnemotecnica in modo da ricordarlo perfettamente. Dall'altro, I concetti, invece, sono idee più ampie che devono essere comprese prima di tutto.e poi essere in grado di spiegarlo con parole proprie. Questa è la parte più importante. Se capite un concetto nel suo complesso, non lo dimenticherete. Non perdete tempo a memorizzare i concetti, ma assicuratevi di averli capiti. In breve: ripassate in modo intelligente!

5. Non esitate a chiedere aiuto

Molti studenti non osano fare domande o chiedere aiuto quando inciampano su punti che non riescono ad afferrare completamente. Parlare con un insegnante o con i compagni di corso, se vi sentite più a vostro agio, ma non sentitevi in imbarazzo a chiedere spiegazioni, che alla fine possono essere essenziali per ottenere un buon voto all'esame.

6. Spiegare a qualcun altro ciò che si è appreso

Si tratta di una tecnica molto semplice per valutare ciò che si è appreso: se si è in grado di spiegare chiaramente a un amico o a un collega ciò che si è rivisto Non c'è dubbio, avete una base solida!

7. Studiare gli esami degli anni precedenti

Se ne avete la possibilità, procuratevi copie degli esami degli anni precedenti presso la vostra scuola e familiarizzare con la loro struttura e il loro formato. Il vostro insegnante dovrebbe essere in grado di dirvi dove trovarli, e in genere la vostra biblioteca dovrebbe conservarli nei suoi archivi.
Pratica rispondere alle varie domande entro il tempo previstoe controllate le vostre risposte con il materiale del corso per essere sicuri di essere sulla strada giusta.

  Riconfinamento e trasloco, quello che c'è da sapere

8. Mantenere la calma ed evitare l'agitazione

Un altro consiglio utile: non discutere dell'esame con altri studenti poco prima dell'inizio del test. Questo non farà altro che confondervi, destabilizzarvi e rischiate di perdere la fiducia in voi stessi. Allo stesso modo, evitare di parlarne subito dopo la conclusione dell'esame. Non è costruttivo né utile continuare a discuterne con gli amici. Non c'è bisogno di riempirsi di dubbi e di stress, soprattutto perché non si può fare altro. Rilassatevi e andate avanti!

9. Iniziare l'esame con una lettura completa dell'argomento.

Prima di iniziare, Prendetevi qualche minuto per leggere e comprendere tutte le domande.Iniziate quindi a organizzare le risposte nella vostra mente. Cercate di capire quali domande vi richiederanno più tempo e quali valgono più punti. Potete rispondere alle domande nell'ordine che preferite, ma se volete risparmiare un po' di tempo, iniziate con quelli di cui siete più sicuri.

10. Rivedere l'esame dopo la correzione

Una volta superato lo stress e ottenuto il verdetto, rileggere la propria copia. Anche se il capitolo è chiuso per quest'anno, è comunque utile identificare i propri errori e correggerliIn questo modo, potrete evitare di commettere gli stessi errori l'anno successivo. Inoltre, senza accorgersene, il ripasso di un esame può aiutarvi in un altro. Se avete preso un brutto voto, non abbiate fretta di dimenticarlo e, soprattutto, non esitate ad andare dal vostro insegnante per discuterne. Il vostro insegnante è nella posizione migliore per aiutarvi a Imparare dagli errori.

Video: 4 tecniche efficaci per ricordare le lezioni

Quali sono i vostri consigli per un buon ripasso e buoni voti? Lasciateci un commento qui sotto.

Condividi questo articolo:
Precedente

Come scegliere un'acconciatura adatta alla forma del viso (donne)

Diventare più intelligenti: 10 strategie per aumentare la potenza cerebrale

Avanti

Lascia un commento