Una migliore comprensione del congedo di paternità nel 2021

Mentre il congedo di maternità è comune e consueto per le madri lavoratrici, dipendenti o volontarie, che stanno per partorire, il congedo di paternità non è sempre stato di attualità e addirittura facoltativo. Tuttavia, questo diritto è sancito dal Codice del Lavoro. Focus sull'argomento.

Durata del congedo di paternità

A differenza del congedo di maternità, che è sempre esistito, il congedo di paternità è stato introdotto solo nel 2002. La durata del congedo è stabilita dal Codice del lavoro ed è valida fino al 30 giugno 2021. Durante il congedo di paternità, il coniuge ha diritto alle stesse prestazioni sanitarie della madre.

Analogamente al congedo di maternità, che è di 14 giorni di calendario per una sola nascita, anche il padre o il coniuge del bambino ha diritto a 11 giorni di calendario di congedo per assistere il neonato, più altri 3 giorni dopo la nascita.

In caso di parto gemellare, trigemellare o più, il padre ha diritto a 18 giorni di calendario consecutivi di congedo. I giorni di calendario vanno dal lunedì alla domenica, compresi i giorni festivi, mentre i giorni consecutivi significano che il congedo non può essere frazionato.

Revisione del termine al 1° luglio 2021

Tuttavia, anche prima della data prevista, la legge francese ha appena esteso la durata del congedo di paternità. Dal 1° luglio 2021, il congedo di paternità passerà da 11 giorni di calendario a 25 giorni di calendario, più i 3 giorni successivi al parto.

  Come si riconosce un tappeto berbero autentico? Caratteristiche distintive da tenere presenti

Il padre o il coniuge avrà quindi diritto a 28 giorni di congedo. Analogamente, in caso di parto plurimo, il diritto può essere aumentato a 32 giorni di calendario consecutivi.

Inizio del congedo di paternità

Il futuri genitori hanno diritto al congedo obbligatorio entro 4 mesi dalla nascita del figlio. Il congedo di paternità può essere fruito immediatamente dopo i 3 giorni di congedo per la nascita del bambino, oppure in un momento successivo, indipendentemente da questi 3 giorni di diritto.

La legge prevede che dal 1° luglio 2021 i padri debbano prendere 4 giorni consecutivi di congedo, oltre ai 3 giorni a cui hanno diritto per legge. Potrà quindi rimanere a casa per occuparsi del bambino per i 7 giorni successivi alla nascita.

Obblighi nei confronti del datore di lavoro

I dipendenti le cui mogli sono in attesa di un figlio sono tenuti a informare il datore di lavoro almeno un mese prima della data del congedo di paternità. La richiesta deve specificare le date di inizio e fine del congedo. La richiesta può essere fatta per iscritto, con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, o verbalmente.

Eccezioni al congedo di paternità

La regola del congedo di paternità può essere derogata in alcune circostanze particolari.

In caso di incapacità fisica della madre

Il padre ha diritto a 10 settimane di congedo postnatale se la madre è totalmente impossibilitata a prendersi cura del neonato a causa di una malattia che richiede un ricovero ospedaliero o di un decesso postnatale.

Se il bambino viene ricoverato dopo la nascita

In caso di malattia del neonato che richieda un ricovero immediato in ospedale dopo la nascita, il padre ha diritto a 30 giorni consecutivi di calendario di congedo, oltre al periodo di congedo di paternità previsto dalla legge.

  Qual è lo scopo di un portabottiglie in metallo?
Condividi questo articolo:
Precedente

Come si organizza un evento aziendale?

Regolamenti per le caffetterie in Francia

Avanti

Lascia un commento