La proprietà, un bene intergenerazionale per costruire ricchezza

Una percezione positiva a tutte le età

La proprietà è vista positivamente da tutte le generazioni e da tutte le situazioni immobiliari attuali. Questa idea è radicata innanzitutto nel sentimento comune e costante, indipendentemente dall'età, di sentirsi a casa, secondo 67% di persone intervistate da Elabe per Crédit Foncier.

In tutte le fasce d'età, la proprietà è vista anche come un modo per costruire la ricchezza per il futuro (49 citazioni totali) e per i figli (54 citazioni totali) e come un modo per garantire la propria situazione per la pensione (50 citazioni totali).

Ciò dimostra l'importanza della proprietà nella creazione di ricchezza. Questa caratteristica si riscontra soprattutto nelle decisioni di investire in immobili in affitto, in particolare nell'ambito della legge Pinel. Si tratta di un programma governativo che consente di costituire un portafoglio immobiliare risparmiando parte delle imposte (vedi Legge Pinel).

La proprietà è anche un mezzo di indipendenza per 37 % degli intervistati, in tutte le fasce di età. Tra i giovani, in particolare, è "una fonte di orgoglio" (36 % delle citazioni di giovani di 18-24 anni) e "un segno di successo sociale" (27 % delle citazioni di giovani di 18-24 anni). È considerato "inutile" solo da 3 % degli intervistati.

Gli immobili, l'investimento preferito dai risparmiatori

L'immobile rimane chiaramente l'investimento preferito dai francesi, con il 66% del patrimonio totale dei risparmiatori francesi.

  Cos'è un kigurumi unicorno per bambini?

Intervistati da Elabe, 7 francesi su 10 hanno dichiarato che sceglierebbero la proprietà immobiliare se ricevessero un'ingente somma di denaro. 33 % attraverso investimenti in affitto come la legge Pinel (45 % tra i 18-24enni rispetto a 19 % tra gli ultrasessantacinquenni), 30 % acquistando la residenza principale e 9 % una seconda casa.

Mentre la scelta della funzione immobiliare varia notevolmente a seconda della situazione patrimoniale dell'intervistato, la scelta della proprietà è invariabile (68 % tra gli attuali proprietari dell'abitazione principale, 42 % a favore dell'investimento in affitto; 79 % tra coloro che affittano la propria casa, 58 % a favore dell'acquisto dell'abitazione principale).

La percentuale di attività finanziarie medie è molto inferiore a quella delle attività immobiliari, anche se aumenta con l'età, ma in misura molto minore rispetto alle attività immobiliari. Ciò si spiega con il fatto che le famiglie si indebitano per costruire il proprio patrimonio immobiliare.

Nel complesso, la ricchezza finanziaria rimane inferiore a quella immobiliare a tutte le età.

I bassi tassi di interesse in soccorso del mercato immobiliare

Se da un lato le famiglie francesi citano l'aumento dei prezzi degli immobili e la riduzione del potere d'acquisto come le principali ragioni delle loro difficoltà, dall'altro sono anche consapevoli del fatto che i tassi d'interesse più bassi stanno rendendo più facile l'acquisto della propria casa. 68% dei francesi che affermano che è facile acquistare un immobile citano i tassi di interesse come fattore favorevole. Questo fenomeno, così come percepito dalle famiglie, è particolarmente forte se si considera che in Francia, tra il 2008 e il 2016, il calo dei tassi di interesse ha aumentato di 30 % la quantità di immobili che una famiglia poteva acquistare a parità di pagamento mensile.

  Cure di routine per i cani
Condividi questo articolo:
Precedente

Seghe rotanti per il bene pubblico

I 10 fiori più costosi del mondo

Avanti

Lascia un commento