CBD: i suoi presunti benefici per la salute

A seguito di un'approfondita ricerca da parte degli scienziati, il CBD è diventato il cannabinoide più popolare al mondo dopo il THC. Tuttavia, non raccomandiamo il THC. La popolarità del CBD è dovuta principalmente alle sue numerose proprietà terapeutiche, oltre ai suoi effetti rilassanti e analgesici.

Che cos'è il CBD?

Il CBD o Cannabidiolo è uno dei 100 principi attivi presenti nella pianta di canapa o cannabis. Insieme al THC, è uno dei cannabinoidi più studiati al mondo. Tuttavia, a differenza del tetraidrocannabinolo (THC), il CBD è riconosciuto dagli scienziati e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come non tossico per la salute. Infatti, un rapporto dell'OMS del 2018 ha concluso che il cannabidiolo non ha effetti psicotropi o dannosi, ma anzi fornisce efficaci benefici terapeutici.

Quali sono le virtù e i benefici del CBD?

Da oltre 40 anni, gli scienziati di tutto il mondo ricercano e testano gli effetti del CBD:

  • Nel 2008, i ricercatori del Dipartimento di Medicina Interna, Gastroenterologia ed Endocrinologia dell'Università di Bologna hanno dichiarato che il CBD ha numerosi benefici per la salute e agisce positivamente sull'organismo regolando la temperatura, l'acidità e i livelli di zucchero.
  • Lo studio condotto nel 2019 da ricercatori di neurobiologia di università canadesi, americane e italiane ha dimostrato che il cannabidiolo aumenta la produzione di serotonina nel cervello. Aiuta quindi a ridurre lo stress e il disturbo da stress post-traumatico, a regolare la frequenza cardiaca e a migliorare la qualità del sonno, in particolare nelle persone che soffrono di insonnia.
  • Sempre nel 2019, uno studio pubblicato su Nature ha affermato che il CBD allevia il dolore cronico o neuropatico associato a sclerosi multipla, artrite reumatoide, fibromialgia e morbo di Crohn. Le sue proprietà antinfiammatorie contribuiscono inoltre ad alleviare disturbi infiammatori come emicrania, stanchezza, dolori mestruali e dolori muscolari.
  • Nel 2017, i ricercatori del German Nova Institute hanno pubblicato un documento che dimostra che la CBD riduce le convulsioni e altre forme di epilessia come la sindrome di Dravet grazie ai suoi effetti anticonvulsivi.
  • Lo studio condotto nel 2018 dai ricercatori di The Old Brewery e della St George's University di Londra ha inoltre rivelato che il cannabidiolo aiuta a combattere il cancro (al seno, alla prostata, al colon-retto, ai polmoni, ecc.) distruggendo le cellule tumorali e arrestandone la proliferazione grazie al blocco della segnalazione CPR55. Un agente antitumorale riduce anche l'invasione dei gliomi umani.
  Le nuove tendenze del make-up nel 2023

Cosa sono le perle di CBD?

Le perle di CBD, note anche come microsfere di CBD, sono granuli di cannabidiolo contenenti 5 mg di CBD purificato, CBG e aromi terpenici. Le loro proprietà e virtù non differiscono dalle altre forme di CBD. Tuttavia, queste perle hanno l'ulteriore vantaggio di essere :

  • Facile da usare: basta posizionare le perle sul tavolo. CBD sotto la lingua e lasciarli sciogliere
  • Facili da trasportare: sono disponibili in piccoli tubi igienici da 70 g per un facile trasporto.
  • Pratico: i CBD sono formulati in modo diverso, in modo che ogni tubo risponda a problemi specifici (Sleep pearls per migliorare il sonno o Sport pearls per migliorare le prestazioni sportive).
Condividi questo articolo:
Precedente

Canyoning in alcuni dei luoghi più sorprendenti e insoliti del Messico

Nuova Zelanda, il luogo ideale per un viaggio in famiglia in Polinesia

Avanti