Cucinare il riso con successo

I modi di cucinare il riso sono tanti quanti sono le varietà... e i cuochi! Creolo o pilaf, al vapore o in pentola: a seconda dei vostri gusti e della ricetta che avete in mente, il riso può essere preparato in innumerevoli modi. Ma ci sono alcune regole di base da seguire se volete che il vostro riso sia un successo. cottura del riso.

Quanto?

In genere si consiglia mezzo bicchiere di riso secco a persona, a seconda che si tratti della base del piatto o di un semplice contorno, o addirittura di un antipasto.

Quale varietà?

Esistono tre tipi principali di riso: a chicco lungo (il famoso Basmati appartiene a questa categoria), a chicco medio e a chicco corto. Ci sono poi i risi integrali - interessanti dal punto di vista nutrizionale ma molto lunghi da cuocere - semintegrali o bianchi. Il riso tondo viene utilizzato per preparare dolci e risotti. Infine, ci sono alcune varietà originali e colorate: il riso selvatico, il riso nero o rosso, il riso Camargue... Sta a voi scegliere, sempre in base alla ricetta e ai vostri gusti.

riso basmati

In ammollo o no?

Alcune varietà devono essere messe a bagno per una notte prima della cottura. Questo vale in particolare per il riso integrale o semintegrale, nonché per il riso selvatico e il riso glutinoso.

  Quali piante utilizzare per perdere peso in modo naturale?

Risciacquare o no?

Si consiglia di lavare i chicchi in acqua fredda prima della cottura, per eliminare la polvere e l'amido in eccesso. Evitate invece di sciacquare i chicchi destinati al risotto o al budino di riso, perché è l'amido a conferire la "collosità" richiesta in queste preparazioni.

Che tipo di cucina?

- Bollitura classica

Questo è il modo più comune di preparare il riso, ma bisogna tenere d'occhio i chicchi e assaggiarli, altrimenti ci si ritrova con un pasticcio appiccicoso o, al contrario, con chicchi poco cotti che scricchiolano sotto i denti. Portate a ebollizione una grande pentola d'acqua salata, quindi versate i chicchi a pioggia, mescolate e lasciate cuocere per una decina di minuti dopo aver ripreso il bollore. Scolate rapidamente e servite subito: questo è il segreto per evitare che il riso si attacchi.

- Cucina per assorbimento (creola)

Versare 1 parte di riso e 2 parti di acqua in una casseruola. Portare a ebollizione, quindi abbassare la fiamma. Coprire la pentola e lasciar sobbollire fino a quando tutta l'acqua sarà stata assorbita. Non ci vorranno più di 20 minuti. Ecco fatto, ora sapete come cucinare il riso alla créole!

- Cottura in padella o "pilaf"

Questo è il modo migliore per ottenere un riso sodo e saporito. Scaldare un po' d'olio in una padella, quindi aggiungere le cipolle tagliate finemente. Quando le cipolle diventano traslucide (non colorate!), aggiungere il riso senza lavarlo prima. Sempre a fuoco basso, mescolate e amalgamate il riso con le cipolle finché non diventa "perlato" (leggermente trasparente). Una volta che il riso è perlato, si può aggiungere acqua (o brodo) alla padella, coprire e cuocere a fuoco lento fino a quando non sarà evaporato (circa 20 minuti). Assaggiare e aggiungere un po' d'acqua se necessario.

  Come scegliere il cuscino per un buon riposo notturno

- Cottura a vapore (in una pentola)

È un metodo di preparazione molto utilizzato nella cucina asiatica. In una vaporiera o in una pentola per riso, misurare 1 parte di riso e aggiungere 1,5 parti di acqua. Cuocere per circa 20 minuti.

- Cottura a microonde

No, non è un'eresia! Di tanto in tanto, il microonde ha una serie di vantaggi, tra cui la velocità e la praticità: non è necessario tenere d'occhio il processo di cottura. Mettere insieme volumi uguali di riso e acqua in un contenitore adatto al microonde. Coprire, mettere in forno e cuocere per circa 15 minuti.

- Il caso speciale del risotto

Un po' più lungo da preparare, ma così gustoso! La base è la stessa del pilaf: scaldate un po' d'olio in una padella grande o in un wok, fate soffriggere la cipolla tritata, quindi aggiungete il riso. Una volta colorato, aggiungere un mestolo di brodo. Lasciare evaporare mescolando, quindi aggiungere un altro mestolo di liquido. Ripetere l'operazione fino a cottura completa, cospargere di burro e parmigiano e servire immediatamente.

Nutriente, economico e veloce da cucinare, il riso merita di essere cucinato correttamente in modo che si abbini perfettamente a tutti i vostri piatti. Con questi pochi consigli, ora non avete più scuse per rinunciare al vostro riso. Buon appetito!

Condividi questo articolo:
Precedente

Quando fare colazione, pranzo e cena

10 consigli per eliminare l'alito cattivo

Avanti

Lascia un commento