14 cose importanti da sapere prima di affittare un appartamento o una casa

Quando vi preparate a trasferirvi in un nuovo immobile in affitto, state sicuramente pensando alle decorazioni, agli arredi e ad altri dettagli che renderanno la vostra futura casa il vostro nuovo nido accogliente. Potreste anche essere così eccitati dalla prospettiva da dimenticare di considerare alcuni punti essenziali. Ma non mancano le potenziali insidie, dalle misure preliminari ai requisiti di legge e ai controlli di routine. Per darvi le migliori possibilità di trovare la vostra casa perfetta e evitare di scomparire dalla faccia della terra una volta firmato il contratto di locazioneAbbiamo identificato 14 cose importanti da sapere prima di affittare un appartamento o una casa.

1. Calcolo del budget per l'affitto

La prima cosa da fare se volete trasformare un immobile di cui vi siete innamorati nella vostra futura abitazione è di avere i mezzi per noleggiarlo! È quindi essenziale calcolare in anticipo il proprio budget per l'affitto, in modo da visitare solo le proprietà che ci si può permettere. Idealmente, non dovreste puntare a un affitto superiore al 30 % del vostro reddito mensile.

2. Preparare un dossier prima di ogni visita

Prima ancora di iniziare la ricerca, non dimenticate di mettere insieme un "dossier a prova di bomba", in modo da poter fare domanda il prima possibile per l'immobile in affitto che soddisfa le vostre aspettative. Per farlo, iniziate con trovare un parente solvibile che funga da garante alla firma del contratto di locazione. Al momento dell'iscrizione verranno richiesti anche alcuni documenti: le vostre referenze personali, prova del vostro reddito mensile o l'ultima dichiarazione dei redditi, nonché i dati del vostro ultimo padrone di casa e una sua lettera di raccomandazione.

3. Conoscere i costi iniziali

Spesso dimentichiamo che il trasloco ha dei costi! Naturalmente dovrete pagare le spese di Oltre alle spese di agenzia e al primo mese di affitto, dovrete versare un deposito, che generalmente equivale a 2 o 3 mesi di affitto.

  Cosa devo fare se cancello il mio soggiorno in hotel?

4. Assicuratevi che la vostra casa soddisfi le vostre esigenze

Per evitare delusioni una volta trasferitisi, è importante assicurarsi che soddisfi tutte le aspettative. Ci sono diversi punti da considerare, a seconda delle vostre esigenze: prese telefoniche, ascensore, posto auto, isolamento termico e acustico...

5. Verificare le condizioni dell'immobile prima di firmare il contratto di locazione.

Prima di firmare il contratto di locazione è essenziale fare un inventario degli arredi. Assicuratevi di controllare che le prese e gli impianti elettrici funzionino correttamente, pressione dell'acqua e dell'acqua calda, ma anche le condizioni di verniciatura, armadi, cucina, bagno, servizi igienici e aperture (porte, finestre). Una volta fatto questo, chiedete al padrone di casa o all'agente immobiliare di annotare eventuali problemi (per iscritto sul contratto di locazione), in modo da evitare di essere incolpati di eventuali danni in un secondo momento.

6. Ispezione dell'area circostante

Dopo aver effettuato un'ispezione approfondita dell'immobile, garantire che il quartiere sia sicuro e piacevole di giorno e di notte, nei giorni feriali e nei fine settimana. Spesso il difetto di una casa non si trova all'interno dello spazio abitativo, ma piuttosto all'esterno, cioè nel quartiere e nell'ambiente in cui si trova l'appartamento o la casa.

7. Conoscere le condizioni per il rimborso dell'obbligazione

Il cliente deve essere consapevole che l'importo totale o parziale della cauzione sarà trattenuto quando lascerà la struttura. in caso di deterioramento o danneggiamento dell'immobile. In genere si tratta di riportare l'immobile alle condizioni in cui si trovava al momento dell'arrivo. Un piccolo consiglio: prima di trasferirvi, scattate delle foto delle stanze e delle eventuali imperfezioni presenti, quindi inviate le foto al vostro indirizzo e-mail in modo da poter giustificare quando le avete scattate. Al momento del check-out, le foto serviranno a dimostrare che non siete stati voi a causare il danno, nel caso in cui qualcuno vi accusi.

8. Sapere chi è responsabile dei costi di manutenzione e riparazione della vostra casa.

La legge stabilisce che l'inquilino è responsabile della "manutenzione ordinaria" dell'immobile, nonché delle "riparazioni minori". Si tratta principalmente di piccole riparazioni, come lo spazzamento del camino o la sostituzione della carta da parati. Il proprietario sarà responsabile delle riparazioni alle pareti, alle aperture e al tetto, oltre che di una serie di riparazioni ordinarie (rubinetti, riscaldamento, elettricità).

  Viaggio in Islanda: 3 luoghi incredibili da scoprire!

9. Informarsi sul canone di locazione e sulle sue condizioni

Gli inquilini devono tenersi informati sulle spese incluse nell'affitto. In generale, si tratta di acqua e, talvolta, di gas. Dovranno inoltre conoscere i termini di eventuali aumenti dell'affitto e la loro frequenza. Le spese sono normalmente destinate ad aumentare ogni anno, così come l'affitto stesso al momento del rinnovo del contratto di locazione.

10 Leggere i termini del contratto di locazione

È essenziale conoscere i termini e le condizioni del contratto di locazione prima di firmarlo. Per legge, il contratto di locazione ha una durata di 3 anni, ma la legge prevede che l'inquilino possa lasciare i locali in qualsiasi momento dandone comunicazione scritta. con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, con un preavviso di 3 mesi. Il periodo di preavviso può essere ridotto a 1 mese nei seguenti casi: alcune città ad alta domanda, primo impiego, perdita del posto di lavoro o trasferimento.

11. Ci sono restrizioni all'occupazione dei locali?

Di norma, il locatore non può vietarvi di ricevere ospiti o di avere un animale domestico. L'inquilino deve comunque rispettare le "regole del padrone di casa". Il locatore può tuttavia vietare qualsiasi animale classificato come "animale pericoloso".

12. Conoscere i propri diritti abitativi

La legge consente agli inquilini di effettuare piccole modifiche e lavori di decorazione (pittura, carta da parati, pavimentazione), senza che il locatore possa esigere che l'immobile venga riportato allo stato originale. Tuttavia, dovrà riempire i buchi che crea nelle pareti.

Per quanto riguarda i diritti del proprietario o dell'agente immobiliare di entrare nell'immobile, questi sono limitati per legge alle visite ai fini di una futura locazione o vendita (per non più di 2 ore al giorno e non nei fine settimana) e per i lavori necessari, e solo con l'esplicito permesso dell'inquilino.

13. L'obbligo di stipulare un'assicurazione sulla casa

La legge impone agli inquilini di stipulare un'assicurazione sulla casa. Tuttavia, per gli affitti stagionali è responsabilità del locatore.

14. Non dimenticate di negoziare!

A volte è possibile ottenere un piccolo sconto sull'affitto mensile (tra i 10 e i 50 euro), ma nel corso dell'anno la somma può diventare considerevole. Quindi non esitate a contrattare!

Condividi questo articolo:
Precedente

Come si sceglie un'azienda di trasporto merci?

5 consigli affidabili per mantenersi fisicamente e mentalmente sani in questo momento

Avanti