Cosa fare per dormire bene la notte? 10 consigli per arrivarci!

Basta una brutta notte per rendersene conto quanto è importante dormire bene! Tuttavia, sempre più persone non riescono ad addormentarsi la notte, dormono male o si svegliano più volte. Le conseguenze si fanno sentire rapidamente sul lavoro e nella vita privata: stanchezza, irritabilità, goffaggine, perdita di concentrazione o addirittura problemi di salute, diventare cronico e doloroso. Esistono però dei consigli per cadere tra le braccia di Morfeo, godertelo e svegliarsi in splendida forma:

1. Programma il tuo orologio biologico

Il primo consiglio che possiamo darvi stabilire un buon ritmo del sonno è di sforzati di andare a letto e alzarti sempre alla stessa ora. Una volta che il corpo si abitua ad una routine, diventa molto più facile addormentarsi e svegliarsi comodamente. adattarsi senza avvertire la minima fatica. Se è necessario fare dei sonnellini durante il giorno, non dovrebbero superare i 15-20 minuti. Infine, può essere interessante tenere un “diario del sonno” per prendere coscienza di eventuali cattive abitudini e poter così porvi rimedio.

2. Esercitati bene praticando sport

Per dormire bene la notte, devi essere stanco e fare buon esercizio durante il giorno. Fare attività fisica è molto benefico per il sonno. Fare sport permette di prenderti cura del tuo corpo ma anche di rilasciare endorfine, un ormone responsabile della felicità e del relax nell’uomo. Il che è tanto più vantaggioso quando si ricopre una posizione stressante o di responsabilità. Ad esempio, dedicarsi alla corsa, al nuoto o alla boxe schiarisce le idee e prepara il corpo a una buona notte di sonno ristoratore. Tuttavia, è necessario concedersi dalle 3 alle 4 ore di riposo dopo la sessione sportiva e prima di andare a letto. Questo per evitare troppa stimolazione ed eccitazione che potrebbero interferire con l’addormentarsi.

3. Scegli la posizione giusta

Come regola generale, è consigliabile dormire sulla schiena, a meno che non si soffra di problemi respiratori, si russa o in caso di gravidanza. Sdraiarsi a pancia in giù può causare dolori alla schiena e al collo, mentre dormire su un fianco o in posizione fetale porta ad una cattiva digestione, oltre ad accentuare le rughe del viso. Può essere difficile cambiare le tue abitudini ma trovare la giusta posizione e mantenerla effetti positivi non solo sul sonno ma anche sulla salute a lungo termine.

4. Controlla la tua esposizione alla luce

La luce del giorno ha un impatto molto profondo sul nostro orologio biologico e sul nostro corpo. Per dormire bene la notte è fondamentale esporsi sufficientemente al sole durante il giorno, uscendo il più possibile o, durante la stagione invernale, utilizzando un apparecchio per la fototerapia. La sera, invece, è importante garantire l’oscuritàil più completo nella vostra stanza ed evitate la luce blu emessa dagli schermi (televisore, telefono, ecc.).

5. Presta attenzione alla tua dieta

Mangia leggero prima di andare a letto non è solo interessante dal punto di vista alimentare, ma è positivo anche per il sonno, evitando di avere lo stomaco congestionato da una digestione lunga e complicata. Allo stesso modo, è meglio evitare il consumo di alcol, caffeina, teina o anche tabacco prima di andare a dormire perché sono stimolanti, che non possono che essere dannosi per il rilassamento del corpo e della mente.

6. Crea un ambiente favorevole nella tua camera da letto

Per dormire bene, è fondamentale creare nella propria camera da letto un ambiente favorevole al relax. Colori tenui, aria regolarmente rinnovata, una temperatura né troppo alta né troppo bassa ma anche una biancheria da letto adatta sono tra i dettagli di cui occuparsi. Gli animali domestici non devono avere il loro posto nel letto, pena il rischio di portare elementi parassiti, cosa che può essere evitata con a copertura antiacaro. Allo stesso modo bisogna tenere presente che una camera da letto è fatta per dormire e avere rapporti intimi, non per mangiare, lavorare, telefonare o altro.

7. Impara a rilassarti e distenderti

È impossibile dormire quando sei troppo stressato. Deve quindi imparare a lasciarsi andare e rilassarsi, sia attraverso esercizi di respirazione, sia utilizzando un rituale di addormentamento ripetuto ogni sera (fare un bagno caldo, ascoltare musica, bere tisane, ecc.). Il relax dovrebbe essere visto come fine a se stesso e non come un mezzo per addormentarsi. Una volta completamente rilassati i tuoi occhi si chiuderanno da soli e hai dormito come un bambino.

8. Usa oli essenziali

L’aromaterapia, una medicina alternativa sempre più popolare, può aiutarti a cadere tra le braccia di Morfeo senza i gravi effetti collaterali che spesso si verificano durante l’assunzione di farmaci. Basilico, camomilla, lavanda, salvia sclarea e maggiorana sono alcuni degli oli essenziali più utilizzati per le loro proprietà lenitive. Fare attenzione, tuttavia, a seguire le istruzioni per l’uso di ciascuno.

9. Sapere come tornare a dormire

Se è importante sapersi lasciare andare per addormentarsi, bisogna anche sapere come reagire se ci si sveglia di notte. Invece di agitarti e rigirarti nel letto cercando di dormire, non esitare ad accendere la luce e dedicarti a un’attività piacevole e tranquilla, come leggere, prima di provare a riaddormentarti. Tieni presente che la cosa più importante è rilassarti e distenderti quando vuoi dormire bene o tornare a dormire.

10. Consulta il tuo medico

Se nulla aiuta e l’insonnia ti divora, non dovresti assolutamente ignorare il problema. Andare dal medico è la cosa migliore da fare in questo caso. Il professionista è in grado di diagnosticare qualsiasi problema che interrompa il sonno, come l’apnea notturna o la sindrome delle gambe senza riposo. Questo lo porterà anche a prescriverti un trattamento adatto. Potrebbe consigliarti di consultare uno psicologo, se le preoccupazioni incontrate sono più di natura emotiva.

Spero che questi suggerimenti funzionino e ti aiutino a dormire bene. Non mi resta che augurarvi la buonanotte!