Trattamento delle perdite energetiche: quale preventivo per l'isolamento del tetto?

Prima dell'arrivo della stagione fredda, è bene rivedere l'isolamento della vostra casa. tetto e il vostro sottotetto. È in gioco il comfort della vostra proprietà, ma anche le vostre bollette energetiche. Un buon isolamento del tetto riduce la perdita di calore in casa.

Le coperture: una fonte media di 30% di perdita di calore

Secondo le analisi professionali, una casa ha diversi punti di dispersione termica. Le perdite variano a seconda delle caratteristiche dell'immobile e delle modifiche apportate. Ma in media il tetto è sempre la fonte più importante.

  • Il tetto: 30%

Il tetto è la principale fonte di perdita di calore in una casa, soprattutto in un vecchio edificio. In media, la perdita di energia è di 30%, o anche di più se si hanno finestre a vetri, un camino, ecc. Per supportare il sistema di riscaldamento e ottimizzare il comfort della casa, è quindi indispensabile un preventivo di isolamento del tetto. La ristrutturazione è l'unica tecnica possibile per rimediare a questa perdita.

  • Altre fonti di spreco

Tuttavia, il tetto non è l'unica fonte di perdita di calore in casa. Non ci si può sbagliare. Oltre al sottotetto, le pareti perdono 20%, le finestre e le porte 15%, il pavimento e le cantine 15% e altre superfici a contatto con l'esterno 15%.

Quali sono gli standard per l'isolamento delle abitazioni in generale?

Dovete sapere che l'isolamento della vostra casa non è una questione di fortuna. Ci sono norme da rispettare. È in gioco il comfort dei vostri ambienti e il rispetto delle regole per costruire una casa sana.

  • Lo standard RT2012

Per tutti gli edifici risalenti al 2012, l'attuale standard di costruzione e isolamento è RT2012. La richiesta di un preventivo di isolamento del tetto per la ristrutturazione del sottotetto e dell'intera casa, per avere un consumo energetico massimo di 50 kWh/m2, è quindi ancora pertinente.

  • Lo standard RT2020 è in arrivo

Ma è stato appena introdotto un nuovo standard, in particolare per quanto riguarda il consumo energetico di una casa. Si tratta dello standard RT2020. Alla base di questo nuovo standard c'è la volontà di ridurre l'impatto ecologico dei sistemi di riscaldamento e l'utilizzo di apparecchi meno inquinanti.

  Consigli per la scelta della fede nuziale giusta

Questo nuovo standard sarà obbligatorio per tutti i nuovi edifici in Francia a partire da gennaio 2021. Raccomanda un consumo energetico di 12 kWh/m2.  

Come si isola il sottotetto?

Per ridurre al minimo la perdita di calore dalla vostra casa, la prima cosa da fare è isolare il vostro sottotetto. A seconda delle vostre esigenze e del preventivo di isolamento del tetto, i nostri artigiani possono suggerirvi diverse tecniche.

  • Isolamento del sottotetto

Per i sottotetti trasformati, è necessario un sistema di isolamento discreto che garantisca la funzionalità dello spazio e il suo comfort. Tra questi, la lana di roccia, la lana di vetro e la schiuma poliuretanica per le pareti.

Si tratta di tecniche di isolamento collaudate da anni. La loro efficacia varia a seconda delle caratteristiche del sottotetto. Prima di scegliere l'isolamento giusto, è bene richiedere una valutazione professionale.  

  • Isolamento del sottotetto

Isolare il sottotetto perduto vi costerà meno e richiederà meno tempo. Inoltre, sarà più efficace nel prevenire la perdita di calore. L'isolamento in insufflaggio è un modo semplice ed efficace per coprire fino all'ultimo cm2 di spazio sotto il tetto.

Questa tecnica di isolamento richiede una macchina speciale. Ecco perché è importante rivolgersi a tecnici del riscaldamento professionisti.

  • La consulenza di un ingegnere del riscaldamento professionista per aiutarvi

Ingegneri termotecnici certificati possono essere inviati per consigliarvi sulla scelta dell'isolamento e sulla tecnica di isolamento ideale in base ai vostri desideri e al budget a disposizione. Dovreste affidarvi maggiormente alle imprese di isolamento, che in genere offrono un servizio rapido e di alto livello.

Quale preventivo per il vostro lavoro di isolamento?

Contrariamente a quanto si pensa, un preventivo per l'isolamento del tetto non deve necessariamente essere costoso. Il governo offre attualmente programmi di finanziamento per facilitare la realizzazione di questo tipo di progetto.

  • 1 euro di isolamento

L'isolamento a 1 euro è un modo in cui il governo incoraggia i proprietari di casa a intraprendere più lavori di ristrutturazione del tetto e anche a portare a norma l'isolamento di tutta la casa. Ma come funziona esattamente?

  Qual è la differenza tra un test di paternità e un test di parentela?

Si tratta di un sistema che coinvolge le aziende inquinanti nella riparazione dei danni che arrecano all'ambiente con le loro attività. Ci sono infatti tariffe di scarico di sostanze chimiche da rispettare e danni ecologici da fare a rischio di sanzioni di ogni tipo. Per compensare queste tariffe elevate, alcune aziende sono in grado di acquistare preventivi per lavori di isolamento su abitazioni private, evitando così le multe governative.

Per usufruire di questa offerta, però, è necessario affidare i lavori a ditte certificate. Basta chiedere un preventivo su misura per il vostro lavoro e poi iniziare l'isolamento del sottotetto. Alla fine dei lavori, come di consueto, dovrete pagare la cifra simbolica di 1 euro.

  • Prestiti agevolati di ogni tipo

Il banche possono anche offrire prestiti agevolati per realizzare alcuni lavori non ammessi ai patti di solidarietà per l'isolamento. Si tratta di prestiti come il PTZ, i crediti d'imposta, ecc. Offrono un certo capitale in cambio di rimborsi mensili per diversi anni, ma con tassi d'interesse bassi o nulli, poiché parte del costo è coperto dallo Stato.

I prestiti agevolati vengono generalmente utilizzati per finanziare lavori di ristrutturazione ecologica. Naturalmente, non sono destinati a chiunque. Esistono condizioni di ammissibilità per usufruirne.

  • Le condizioni di ammissibilità a questo tipo di piano di finanziamento

Esistono dei requisiti di ammissibilità per questo finanziamento. Essi variano da un sistema all'altro. In tutti i casi, però, è necessario avvalersi di un artigiano certificato per qualificarsi.

Inoltre, come già detto, i lavori devono essere eseguiti con l'obiettivo di ridurre al minimo le perdite di calore e i consumi. energia domesticasoprattutto in soffitta.

Condividi questo articolo:
Precedente

Nuova Zelanda, il luogo ideale per un viaggio in famiglia in Polinesia

L'energia solare: un alleato per il vostro futuro verde

Avanti

Lascia un commento